Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}
Seconda udienza del processo Mafia Capitale

Riprende nell'aula bunker di Rebibbia il maxi processo di Mafia Capitale che è iniziato lo scorso giovedì 5 novembre a piazzale Clodio, sede del tribunale di Roma. A presiedere sarà il giudice Rosanna Ianniello, della decima sezione penale, davanti a tutti gli imputati ad eccezione di Massimo Carminati, il suo braccio destro a capo delle cooperative e gestore della parte amministrativa, Salvatore Buzzi, e dell'ex Nar Roberto Brugia che saranno collegati in videoconferenza.

I tre detenuti avevano presentato una richiesta, in seguito respinta, di essere temporaneamente trasferiti nel carcere romano per partecipare al processo, ma è stato stabilito per motivi di sicurezza che i detenuti restino nelle rispettive carceri. Carminati, dunque, resterà a Parma con il regime del 41bis, Buzzi a Tolmezzo e Brugia a Terni.

Personaggi importanti

Nella prima udienza, durata per ben nove ore, sono state depositate circa 50 richieste di costituzione parte civile, tra cui alcuni esponenti del comune di Roma, della Regione Lazio, Ama oltre a qualche richiesta da parte anche di esponenti politici, come i grillini Roberta Lombardi e Marcello De Vito. Fra i testimoni, invece, ricordiamo l’ex deputato del Pdl Marco Milanese, balzato agli onori di cronaca per l’inchiesta sul Mose, oltre all’ex amministratore delegato di Enav, Guido Pugliesi. Presente fra i testimoni anche Luca Odevaine ex capo di Gabinetto ai tempi dell’Amministrazione Veltroni, che svolge il doppio ruolo di testimone/imputato. Nella lista sono scritti nomi di dipendenti delle amministrazioni pubbliche capitoline E poi Vito Tatò, dell’ispettorato generale del Mef (ministero dell’Economia e delle Finanze) e Luigi Maggio, vicesegretario generale del Campidoglio.

L'accusa per la banda di Mafia Capitale si fa sempre più pesante, data anche la mole di nuove argomentazioni presentate contro gli imputati: parliamo di centinaia di documenti che i giudici stanno esaminando, suddivisi in verbali tipo quello dell'ultimo interrogatorio svolto da Luca Odevaine nel carcere di Terni, intercettazioni e relazioni della Prefettura.

Chi Sono
Danilo Castrechini
Author: Danilo CastrechiniWebsite: http://caidoo.altervista.org
Nato a Roma, laureato in Ingegneria Informatica, ideatore del brand Portale Caidoo. Ho da sempre due passioni: la scrittura e l'AS Roma. Nel 2014 ho pubblicato il mio primo libro "Vaniglia". Scrivo principalmente di cose che mi interessano e appassionano, cercando di dare un punto di vista diverso dalla solita informazione.

Google+

Twitter

Collaborazioni