Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

logo r

Emergenza immigrazione, l'Italia si fa carico da sola della questione

Italia sola nella gestione dei migranti

Renzi cerca un aiuto dall'Europa per gestire l'emergenza immigrazione, ma non riceve alcuna risposta. L'Italia rimane da sola a gestire tutta la questione migranti ed il protocollo di Dublino sarà, in ogni caso, una barriera difficile da superare. Durante l'incontro tra il premier italiano e il presidente francese, François Hollande, non si sono fatti passi avanti confermando una distanza siderale nelle politiche di immigrazione tra il nostro Paese ed i vicini francesi.

La chiusura delle frontiere operata dalla gendarmeria transalpina avvenuta nei giorni precedenti potrebbe essere attuata anche da altri paesi dell'Unione. La solidarietà, reclamata dal premier Matteo Renzi, non ha sortito gli effetti sperati in quegli Stati membri che fanno dell'integrazione il loro cavallo di battaglia. 

Sarà, dunque, l'Italia a doversi sobbarcare l'intera gestione di tutti gli immigrati che arriveranno sulle nostre coste. Con buona pace di quella famosa equa ridistribuzione tramite quote ben determinate, in tutta l'UE: il presidente del Consiglio ha ricevuto un secco no da Hollande che si è dimostrato aperto solo sul tema dei rimpatri. Il presidente francese, in seguito al faccia a faccia con Renzi, ha dichiarato: "Vanno fatti con i mezzi europei perché non può essere un compito che l'Italia può affrontare da sola". Uno stop che il numero uno del governo italiano ha cercato di minimizzare affermando: "È vero che in Italia il numero di migranti è lo stesso dello scorso anno, ma diciamo no ad egoismi di alcun genere".

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Newsletter

Collaborazioni

VETRINA LIBRO

Google+

Twitter