Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}
Raffaele Squitieri Presidente della Corte dei conti

La legge di Stabilità varata dal governo è una manovra in deficit che lascia però molti dubbi su alcune tematiche importanti nel nostro Paese. A dichiararlo è il presidente della Corte dei Conti, Raffaele Squitieri, dopo aver esaminato i documenti di bilancio per il triennio 2016-2018 davanti alle commissioni congiunte Bilancio di Camera e Senato. "Una scelta di politica economica che utilizza al massimo gli spazi di flessibilità disponibili riducendo esplicitamente i margini di protezione dei conti pubblici e lascia sullo sfondo nodi irrisolti (riferendosi alle pensioni ed alla contrattazione pubblica, pensioni) e altre questioni importanti", ha detto Squitieri.  

Clausole di salvaguardia

Primo dubbio sulla legge di Stabilità evidenziato dal presidente della Corte dei conti alle commissioni Bilancio congiunte di Camera e Senato è quello sul carattere temporaneo di alcune coperture che non mettono in sicurezza le clausole di salvaguardia, ma le rinviano semplicemente ai prossimi anni. Per poter effettivamente riassorbire tali clausole nel 2017 e nel 2018, le risorse individuate fino ad ora, non sono sufficienti e occorrerà effettuare maggiori tagli di bilancio o aumenti di entrate per far fronte a questi rischi. 

Iva e tasse prima casa

Secondo Squitieri le condizioni economiche attuali del Paese avrebbero dovuto far riflettere sull'adozione di interventi sulla spesa fiscale, in particolare un intervento sulle aliquote Iva agevolate o sulla loro struttura, il cui peso sulle tasche degli italiani è stato in parte attutito dai maggiori sgravi concessi, che però non risultano adeguati. Squitieri non si è sbilanciato sulla questione della tassazione degli immobili, uno dei punti cardine della legge di Stabilità 2016. L’apetto più problematico, per la magistratura contabile, riguarda i criteri di distribuzione tra gli enti locali dei fondi a copertura della Tasi sulle prime case.

Dati economici incoraggianti

Comunque, spiega ancora Squitieri, nella valutazione del ddl Stabilità l'andamento economico del nostro Paese dipende molto anche dal quadro che caratterizza l'economia internazionale. La ripresa in Italia è iniziata, ma non possiamo considerarci ancora fuori pericolo. Il rischio di deflazione con conseguente interruzione della ripresa è ancora ben evidente. 

Chi Sono
Danilo Castrechini
Author: Danilo CastrechiniWebsite: http://caidoo.altervista.org
Nato a Roma, laureato in Ingegneria Informatica, ideatore del brand Portale Caidoo. Ho da sempre due passioni: la scrittura e l'AS Roma. Nel 2014 ho pubblicato il mio primo libro "Vaniglia". Scrivo principalmente di cose che mi interessano e appassionano, cercando di dare un punto di vista diverso dalla solita informazione.

Leggi anche

Google+

Twitter

Collaborazioni