Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

logo r

Aumento sigarette: venti centesimi in più per la fascia low cost

In arrivo un rincaro per le bionde?

Sul web è già allerta per il popolo dei fumatori. Secondo alcune indiscrezioni che circolano da poco nei palazzi della politica sembra ci sia l'intenzione di aumentare il prezzo delle bionde. Il maggioramento del prezzo potrebbe tramutarsi in realtà nel giro di poco tempo e chi ha il vizio del fumo potrebbe subire un nuovo duro colpo al portafogli

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Scandalo petrolio: nel serbatoio più tasse che carburante

Le accise distruggono l'economia

Il prezzo del petrolio, nelle ultime settimane, è sceso sotto i 30 dollari a barile, di conseguenza ci si aspetterebbe anche un calo del prezzo di benzina e diesel al distributore, ma così non accade. Il prezzo del carburante scende di pochissimo. La Confartigianato ha dimostrato attraverso uno studio che, le accise che paghiamo sulla benzina incidono per il 67,5% del totale, quindi facendo la sottrazione senza le tasse pagheremmo un litro di gasolio 44 centesimi.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Risparmio luce e gas: dal 2016 la bolletta sarà più smart

Cambia la bolletta dal 2016. Sconti e semplicità

Le bollette energetiche subiranno un doppio calo a partire dal primo gennaio 2016. Ad annunciarlo è l'Autorità energetica prendendo ad esempio una famiglia media italiana che consuma 2700 kWh all'anno, per la quale si registrerà una riduzione della spesa pari all'1,2% per quanto riguarda la luce, mentre per il gas il risparmio sarà più sostanzioso arrivando ad un -3,3%. In totale si risparmierà circa 60 euro in 12 mesi.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Bail In: le banche potranno salvarsi con i soldi dei risparmiatori

Entra in vigore la norma del Bail In

Da oggi cambia la normativa europea ed entra in vigore il bail in, finisce così l'era dei salvataggi di Stato alle banche. E tutti i risparmiatori italiani tremano poiché un primo assaggio lo hanno avuto con il fallimento delle quattro banche di alcune settimane fa, tra cui il crack di Banca Etruria. D' ora in poi i clienti, le autorità di vigilanza e i governi, dovranno fare i conti con questa nuova norma. In altre parole bail in significa salvataggio interno e manda in soffitta il salvataggio da parte degli Stati europei (bail out) costretti a spendere centinaia di miliardi per salvare gli istitutidi credito sull'orlo del fallimento.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Dati Istat: le donne italiane rinunciano al lavoro per impegni familiari

Dieci milione le donne che rinunciano al lavoro

Sono dieci milioni le donne italiane che hanno rinunciato al lavoro per via di impegni familiari. E' quanto emerge dai dati rilasciati dall'Istat relativi all'anno 2011. Le motivazioni sono varie, ad esempio una gravidanza o per volere della famiglia, hanno abbandonato il mondo del lavoro o hanno dovuto rinunciare ad una offerta non potendo investire così sul proprio futuro lavorativo.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Newsletter

Collaborazioni

VETRINA LIBRO

Google+

Twitter