Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

logo r

Taglio salario dipendenti Ikea: la filiale italiana in perdita di 53 milioni

Agitazioni nei punti vendita Ikea

La filiale italiana della nota catena svedese, leader nel settore arredamenti, negli ultimi anni ha accumulato ben 53 milioni di euro di passivo, dovuti principalmente agli ammortamenti delle spese in seguito all'apertura di tre nuovi megastore. Tali perdite hanno costretto l'azienda acancellare il contratto integrativo che serve a pagare gli straordinari lavorativi dei fine settimana, periodo in cui c'è maggior affluenza della clientela, motivando la scelta con il pretesto del radicale mutamento delle "condizioni economiche degli ultimi anni".

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Buona Scuola: passa la fiducia al Senato. Cosa prevede il nuovo testo

Proteste contro la Buona Scuola

Il governo incassa la fiducia al Senato sul maxi-emendamento della riforma denominata 'Buona Scuola'. Con 159 si e 112 no. L'iter del provvedimento continua con l'ultimo passaggio alla camera, fissato per il 7 luglio, al fine di ottenere il via libera definitivo. Un iter parlamentare molto travagliato e molto discusso quello sulla riforma della scuola pubblica. Fino all'ultimo le opposizioni si sono battute contestando il provvedimento con il presidente del Senato, Pietro Grasso, che ha dovuto richiamare all'ordine più volte i senatori più "focosi". Gli esponenti del Movimento 5 Stelle hanno inscenato un finto "funerale" della scuola esponendo dei cartelli in Aula con scritto "Riposi in pace" e accendendo alcuni lumini elettrici.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Crisi e lavoro: aumentati più del doppio i disoccupati dal 2007 al 2014

Giovani specializzati per essere disoccupati

La crisi economica, dal 2007 al 2014, ha messo l'Italia in ginocchio dal punto di vista dell'occupazione di giovani e meno giovani. Nel nostro Paese il tasso di disoccupazione è più che raddoppiato rispetto alla media Ue, mentre in Germania, politiche anti crisi hanno fatto in modo che la percentuale diminuisse di quasi la metà.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Garanzia giovani: il progetto europeo fa fiasco in Italia

Progetto garanzia giovani

Compie ufficialmente 1 anno il piano "Garanzia Giovani", ma degli effetti positivi auspicati da questo progetto se ne sono visti ben pochi. Bruxelles ha contribuito con 1,5 miliardi di euro destinati all'Italia, uno dei paesi della comunità europea che ha oltre il 25% di giovani che non studia e non lavora, denominati Neet. Purtroppo nonostante il cospicuo gruzzolo, non si notano dei miglioramenti nella situazione occupazionale giovanile. Le cause devono essere cercate prima di tutto nella qualità delle offerte, che in alcuni chiedono anni di esperienza a chi si affaccia per la prima volta al mondo del lavoro.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Newsletter

Collaborazioni

VETRINA LIBRO

Google+

Twitter