Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

logo r

Passato in Senato il Ddl su Omicidio Stradale: pene fino a 27 anni

Arriva il reato di omicidio stradale

Il Senato ha approvato il Decreto Legge sull'omicidio stradale, le votazioni svolte hanno riscosso 163 voti favorevoli, 2 astenuti e 65 contrari. Tramite questo provvedimento vengono puniti, dunque, coloro che, sotto effetto di alcol o droghe, si mettono alla guida di un veicolo e causano incidenti mortali per le strade. Oltre all'omicidio verranno puniti anche coloro che causano lesioni ad altri conducenti o passeggeri coinvolti negli incidenti. Il disegno di legge è ora al vaglio della Camera e Matteo Renzi commenta soddisfatto il successo ottenuto con il solito tweet: "Avevo preso un impegno con le famiglie quando ero sindaco", anche se la maggioranza, durante la votazione, è stata battuta per due volte in Aula.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Referendum No Euro: depositate dai 5 Stelle 200mila firme

Referendum No Euro - Movimento 5 Stelle

Dopo sei mesi di raccolta firme i senatori del Movimento 5 Stelle sono riusciti a mettere insieme oltre 200 mila firme, consegnate ieri mattina a Palazzo Madama a Pietro Grasso, presidente del Senato. Il M5S propone una legge popolare, che consente di indire un referendum consultivo per far scegliere agli italiani se rimanere o no nell'area Euro. Un vero e proprio referendum sulla moneta unica europea che, secondo quanto scrive Beppe Grillo sul suo blog, vede «Da un lato i cittadini e dall'altro i partiti che dovranno scegliere tra: ignorare le firme come è già accaduto altre volte, o permettergli di esprimersi su un tema principale della vita economica del Paese, sul quale non si è mai affrontato un dibattito».

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Passa l'Italicum con 334 voti a favore, le opposizioni escono dall'aula

L'Italicum passa alla Camera

L'iter dell'Italicum, dopo il passaggio al Senato del 27 gennaio, si conclude con il voto favorevole della maggioranza di Governo, svolto a scrutinio segreto. I partiti dell'opposizione, Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia, hanno lasciato l'aula in segno di protesta pochi minuti prima della votazione finale che è terminata con 334 si, 4 astenuti e 61 contrari.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Newsletter

Collaborazioni

VETRINA LIBRO

Google+

Twitter