Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}
Allarme Oms sulle carni rosse e lavorate

L'Organizzazione mondiale della Sanità inserisce nella lista nera Wurstel, salsicce e bacon. Le carni lavorate sono state classificate come cancerogene per l’uomo e possono, in particolare, generare malattie come il cancro al colon-retto e allo stomaco, per cui sono state inserite nel gruppo 1 ("sicuramente cancerogene per l’uomo") lo stesso gruppo di sostanze come asbesto, arsenico, alcol e sigarette. Stessa sorte è toccata anche alla carne rossa fresca, leggermente meno pericolosa dei lavorati e pertanto inserita nel gruppo 2A ("probabile cancerogena per l’uomo").

Il documento elaborato dall'International Agency for Research on Cancer (IARC) sottolinea come ci sia una stretta correlazione tra il consumo di carni lavorate e l'insorgere di malattie tumorali al colon-retto ed allo stomaco, in base anche a tutti gli studi in letteratura sul tema. Non è certo la prima volta che alcune carni come quelle rosse o quelle piu' grasse vengono definite come rischiose per la salute, infatti, sono molteplici le prese di posizione da parte della comunità scientifica riguardo a questo argomento, ma per la prima volta arriva una classificazione ufficiale da parte della più autorevole istituzione sanitaria mondiale che colloca quindi le carni rosse e lavorate tra le sostanze causa di tumori.

Gli scienziati oggi hanno pareri concordi sulle diete ricche di proteine animali, provenienti principalmente da carni rosse, come causa di aumento del rischio di patologie come diabete, problemi cardiovascolari, obesità e cancro. Gli studi effettuati a livello europeo dall'EPIC (European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition) su 500 mila persone di nazionalità diverse hanno fatto luce sui rapporti tra dieta, fattori ambientali e stili di vita, con la salute, mostrando una preoccupante associazione tra l’incidenza del cancro e altre malattie cardiovascolari ed il consumo di carni lavorate e carni rosse. I medici consigliano ormai da tempo di adottare uno stile di vita sano poiché il cancro dipende da molti fattori e non basta, quindi, agire su uno soltanto di essi per mettersi al sicuro.

L'invito è, dunque, quello di abituarsi ad una alimentazione mediterranea che prevede un consumo di carne rossa nella giuste dosi, ossia una o due volte a settimana al massimo. Inoltre la dieta mediterranea ha dimostrato di poter diminuire il rischio di tumore.

Chi Sono
Danilo Castrechini
Author: Danilo CastrechiniWebsite: http://caidoo.altervista.org
Nato a Roma, laureato in Ingegneria Informatica, ideatore del brand Portale Caidoo. Ho da sempre due passioni: la scrittura e l'AS Roma. Nel 2014 ho pubblicato il mio primo libro "Vaniglia". Scrivo principalmente di cose che mi interessano e appassionano, cercando di dare un punto di vista diverso dalla solita informazione.

Leggi anche

Google+

Twitter

Collaborazioni

Tag Popolari