Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}
Google Home, l'assistente per la casa

Google Home è uno speaker in grado di rispondere alle nostre domande, suonare i nostri brani preferiti e controllare alcuni dispositivi che abbiamo in casa. E' il nuovo assistente virtuale di Google per contrastare Echo, l'equivalente di Amazon. Il prodotto è stato presentato alla conferenza degli sviluppatori a Mountain View e arriverà nei negozi per la fine dell'anno. Non si può trasportare e necessita di una presa elettrica il che lo rende più potente.

E' stato pensato, infatti, per funzionare in ambienti diversi dell'abitazione utilizzando diversi speaker. Come già anticipato giorni addietro, Home reagisce ai comandi vocali e ha diverse funzionalità che permettono di interagire con luci, musica, programmi tv e anche utilizzare il motore di ricerca.

 

L’idea quindi fa un passo in più rispetto all'intelligenza artificiale canonica proposta dalla concorrenza e non a caso nessuno a Mountain View ha pensato a un nome di battesimo tipo Siri o Cortana: per come è stato pensato da Google dunque lo speaker Home non è una sua estensione, ma la sua proposizione in una forma più intelligente, e intraprendente. La società californiana fa sapere: 'L’assistente conversa con voi in una sorta di dialogo a due tra voi e Google, capisce il mondo che vi ruota intorno e vi aiuta in ciò che vi serve. Ad esempio semplifica l’acquisto di biglietti per gli eventi, trova il ristorante ideale per una cena con le vostre persone care e vi aiuta nella navigazione in un determinato posto. È un Google personalizzato per ognuno di voi".

 

Home e Allo: le app da salotto

Ma come funzionano in concreto queste nuove intelligenze? Google Home lo abbiamo visto, parlando in modo naturale, con semplici comandi ci permette di riprodurre una canzone, impostare il timer per il forno, controllare lo stato del nostro volo o spegnere le luci di casa. Invece Allo è una nuova app di messaggistica che comunica con l’assistente virtuale di Google per avere suggerimenti o informazioni senza bisogno di passare da un app ad un'altra: 'Se state organizzando una cena tra amici', spiega Big G, 'potrete chiedere all’assistente di consigliarvi un ristorante restando all’interno della conversazione'.


Oltre a ciò, si può anche utilizzare Google Home per rispondere al posto nostro: l'assistente personale è infatti programmato per offrire suggerimenti testuali analizzando la conversazione e, all’occorrenza, può inserire anche emoji o foto.

Come al solito sembra tutto fantastico e futuristico, ma il dubbio che sorge è sempre quello di un rapporto che diventa sempre più stretto con la tecnologia e va sempre più a discapito della nostra privacy anche se da Mountain View assicurano che i dati delle chat non verranno salvati sui server e ci sarà anche il modo di scrivere in incognito proteggendo le conversazioni con la crittografia end-to-end.

 

 

Chi Sono
Danilo Castrechini
Author: Danilo CastrechiniWebsite: http://caidoo.altervista.org
Nato a Roma, laureato in Ingegneria Informatica, ideatore del brand Portale Caidoo. Ho da sempre due passioni: la scrittura e l'AS Roma. Nel 2014 ho pubblicato il mio primo libro "Vaniglia". Scrivo principalmente di cose che mi interessano e appassionano, cercando di dare un punto di vista diverso dalla solita informazione.

Google+

Twitter

Collaborazioni