Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}
Mya, la nuova AI recruiter

Lo sviluppo tecnologico non si ferma mai. Appena 10 anni fa era impensabile che un giorno avremmo sostenuto un colloquio di lavoro senza uscire di casa e senza lasciare il nostro personal computer, eppure quel momento è arrivato. L'intelligenza artificiale è arrivata ad un punto in cui inizia a sostituire tratti importanti della nostra vita, i processori sono ad un livello di potenza molto elevato andando oltre ogni immaginazione.

Stiamo iniziando a considerare normale che i robot siano impiegati nelle fabbriche al posto delle persone per svolgere i lavori più pesanti, oppure che ci aiutino anche all'interno dei nostri appartamenti per controllare la musica, la cucina, le luci eccetera, ma un robot che ci dica se siamo idonei o meno per ricoprire un posto di lavoro ci mancava.

Mya, il chatbot recruiter

Mya è il nome di un chatbot attivo su FirstJob, un portale di offerte di lavoro usato da centinai di utenti al giorno per cercare un'occupazione. Questo robot sembra essere in grado di valutare il curriculum dei candidati e individuare carenze dei requisiti fondamentali per il tipo di lavoro richiesto. Stando a quanto specificato dall'azienda, Mya è in grado di svolgere da solo il 75% della fase di recruitment. E' attivo anche su Skype e Facebook e riesce ad interagire con i candidati tramite le app di messaggistica.

In sostanza pone loro le domande per conoscere aspirazioni, obiettivi o capacità. Non svolge il vero e proprio colloquio di lavoro alla presenza del personale delle risorse umane, ma snellisce tutto il processo individuando i migliori profili, stilando infine una classifica dei 'più meritevoli' per ottenere una panoramica più dettagliata tra tutti coloro che hanno inviato il curriculum.

Le altre AI

Il primo chatbot ha visto la luce nel 1992 quando ancora non c'era internet in Italia, si chiamava Eloisa, dopo è arrivata Cortana con l'avvento di Windows 8.1 e da qui c'è stata l'esplosione con Siri, Echo e Watson, ma Mya è la prima in grado di interagire con le persone ottenendo un alto grado di affidabilità e ponendo le domande classiche sugli argomenti affrontati durante un colloquio di lavoro. 

Basti pensare che i candidati intervistati da Mya hanno ottenuto maggiori possibilità rispetto a quelli valutati da un altro 'umano'. Un modo nuovo per premiare di più il merito rispetto a chi ha la solita raccomandazione.

 

 

Chi Sono
Danilo Castrechini
Author: Danilo CastrechiniWebsite: http://caidoo.altervista.org
Nato a Roma, laureato in Ingegneria Informatica, ideatore del brand Portale Caidoo. Ho da sempre due passioni: la scrittura e l'AS Roma. Nel 2014 ho pubblicato il mio primo libro "Vaniglia". Scrivo principalmente di cose che mi interessano e appassionano, cercando di dare un punto di vista diverso dalla solita informazione.

Google+

Twitter

Collaborazioni