Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

logo r

Come creare app con React Native

Framework JS React Native

Sviluppare applicazioni per dispositivi mobili che abbiano sistemi operativi come iOS oppure Android, non è semplice specialmente se non si hanno solide basi di programmazione. Nel caso di iOS è richiesta la conoscenza del linguaggio Objective C oppure Swift, mentre nel caso di Android serve conoscere Java. Ma oggi esiste un nuovo modo per creare app, molto comodo per chi proviene dal mondo dello sviluppo web e quindi ha basi di HTML e JavaScript. Questa tecnologia si chiama React Native, diretta discendente di React, che sono entrambe delle librerie di sviluppo create dal team di Facebook.

Cosa serve per iniziare

Gli sviluppatori che si affacciano per la prima volta al mobile (ma anche quelli con esperienza) hanno tutti la stessa paura di fondo: riuscirò a dominare la complessità di un mondo in continua evoluzione? Questo timore potrebbe scoraggiare sul nascere anche il più esperto, ma con React Native si può benissimo ovviare al problema. Il necessario per partire è sicuramente una conoscenza base del framework React, che si può acquisire in tempi brevi. Una discreta dimestichezza con il Javascript (preferibilmente ES6). Il software Xcode installato (per iOS) e/o framework Android installato (Android Studio) ed infine una conoscenza di base dell’ecosistema target.

Cosa bisogna installare

Innanzitutto devi installare Homebrew, che è molto facile anche per quanto riguarda la configurazione. Inoltre devi anche installare Node. Js 4.0 o le versioni successive. Infine, il team stesso che ha sviluppato React Native, consiglia di usare nvm per gestire le versioni di nodi. Una peculiarità importante di React Native è la dotazione di hot-reloading, ossia la modifica del codice e, grazie al comando Cmd+R, la visualizzazione istantanea dei cambiamenti apportati. Se sei uno sviluppatore sai già quanto sia importante.

Alcuni comandi iniziali

Dopo aver installato i precedenti strumenti, esegui questi comandi: brew install watchman npm install -g react-native-cli. Adesso puoi iniziare il tuo progetto con il comando CLI: react-native init NomeDellaTuaApp. Apri la cartella principale nell’editor di tua scelta: atom NomeDellaTuaApp #se usi Atom. Per creare un progetto React Native, esegui il comando seguente: react-native run-ios. Questa operazione lancerà il Simulator e dovresti poter vedere la schermata boilerplate.

Quando è meglio usare React Native

React Native è sicuramente un framework dalle grandi potenzialità che permette di sviluppare applicazioni con buone prestazioni ed anche la conseguente interfaccia dal design simile a quelle native. Presenta però alcuni svantaggi sia nelle prestazioni (anche se migliori rispetto ad altri framework JS) sia nel controllo di tutte le funzionalità che una applicazione nativa offre. React Native, quindi, può essere una soluzione ideale per un team orientato allo sviluppo in javascript. Questo perché offre degli strumenti che facilitano e unificano il deploy sulle varie piattaforme mobile.

 

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

 

Fonte: IoMobile - SmartWorld

 

 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Newsletter

Collaborazioni

VETRINA LIBRO

Google+

Twitter